Corso di approfondimento sul Trust, da frequentare dopo il corso Base, approfondisce alcuni elementi fondamentali relativi all’istituto del trust: le attenzioni necessarie perché venga reso nullo da un giudice e le diverse modalità di interpretazione della ricchezza erogata da parte dell’autorità fiscale.

Il 53% degli imprenditori italiani ha più di 60 anni e solo il 33% delle aziende italiane supera indenne il passaggio generazionale. A tal proposito, il trust offre una soluzione alle suddette problematiche ed è particolarmente flessibile per poter rispondere alle esigenze dell’imprenditore. Il trust è inoltre uno strumento utilizzabile per superare la crisi del testamento, rispettando pienamente le volontà del de cuius-disponente.

 

Programma

  • Il controllo dei giudici sui poteri riservatisi dal disponente
  • I requisiti di un trust: la volontà del disponente, la sussistenza del patrimonio messo in trust, l’esistenza dei beneficiari
  • L’equilibrio tra i requisiti
  • I possibili interventi del giudice

 

La ricchezza erogata dai trust: reddito e capitale

  • I beneficiari di reddito e di capitale
  • Cosa deve prevedere il deed
  • Le imposte e la normativa tributaria italiana

 

Trust, beni di famiglia e passaggio generazionale

  • Patto di famiglia: vantaggi e limiti
  • Patto di famiglia e trust
  • Casi pratici

 

Il Trust quale strumento alternativo al testamento

  • Crisi del testamento
  • Il trust e il divieto dei patti successori
  • Patto istitutivo e negozi mortis causa
  • Trust e divieto del fedecommesso
  • Trust e successione necessaria